SELEZIONA LA TIPOLOGIA DI HOTEL

Wellness Family Design

Chiesa di Maria Ausiliatrice: la vecchia chiesa.

La Chiesa di Maria Ausiliatrice, era anticamente un santuario meta di pellegrini e risale, così come impresso sull’architrave della porta, al 1648. Nel 1657 la chiesetta fu inaugurata e Siusi ottenne l’indipendenza dal Comune di Castelrotto. Le località dei dintorni potevano ora contare su tre luoghi sacri di preghiera: la nuova Chiesa di Maria Ausiliatrice e le Cappelle private di Castelvecchio e di Castel Salego. La piccola chiesa è stata costruita in uno stile che rispecchia il primo barocco con un campanile che non dimentica elementi gotici, come le doppie finestre con arco a tutto sesto e una guglia. Osservando il campanile l’attenzione ricade sicuramente ai quattro doccioni sui quali sono raffigurate teste di animali. Ancora esternamente troviamo, perfettamente conservate le 14 stazioni della Via Crucis; mentre delle nicchie posizionate intorno alla chiesa ne restano solo undici.

Entrando in questo piccolo luogo di fede e preghiera, si nota immediatamente come la semplicità e la sobrietà dei banchi sia contrapposta allo sfarzo dell’altare maggiore in legno marmorizzato. Al centro dell’altare due angeli sorreggono il dipinto in cornice interamente d’oro, che raffigura Maria con il Bambino. Sopra, al centro, la colomba ed il Padreterno con il globo terrestre fanno riferimento alla SS. Trinità. Subito al di sotto si trovano due raffigurazioni in rilievo del cuore di Gesù e di Maria. Di fianco all’altare si posso ammirare due magnifiche stature intagliate nel legno che raffigurano Giovanni Battista e Giovanni Evangelista.

La chiesa fu abilmente restaurata alla fine del secolo scorso e nel 1993 venne arricchita da un organo di Formentelli.

La chiesa è ancora oggi frequentata dai fedeli che accendono una candela in onore di Maria. A maggio, il mese della Madonna, hanno luogo le “funzioni mariane”. Per le ridotte dimensioni i battesimi vengono celebrati molto raramente, mentre l’albergatore del vicino Hotel Genziana, oltre a custodire le chiavi, ha il compito di suonare a morto la piccola campana, quando l’anima di un paesano sale nel cielo terso sopra lo Sciliar.


Ecco un elenco delle tematiche collegate:
Siusi allo Sciliar
Chiese

Servizi e Multimedia:
Gli eventi da non perdere: