SELEZIONA LA TIPOLOGIA DI HOTEL

Wellness Family Design

Museo civico, museo geologico e museo dei mulini ad Aldino

Il museo civico è uno dei tre musei che si trovano nel comune di Aldino. Venne istituito nel 1990 ed espone diversi oggetti sacri del periodo Barocco e Rococò. Questi pezzi artistici testimoniano il culto dei santi e la devozione religiosa di questo periodo.

Un'opera d'arte particolarmente interessante in mostra al museo è un calice barocco realizzato ad Augusta nel 1750. Oltre a questo tipo di oggetti è possibile anche vedere opere in filigrana provenienti da Bolzano e ritratti d’importanti personalità di Aldino. Tra le opere in mostra si trovano anche intagli in legno e monete provenienti da collezioni private.

Dell'associazione dei musei del paese fa parte dal 2004 anche il museo geologico di Redagno, ospitato dalla casa Rosegger che si trova accanto alla chiesa a Redagno di Sopra. Qui è possibile scoprire i resti della gola del rio delle Foglie (ted. Bletterbach), quindi rocce, fossili e impronte fossili di rettile molto caratteristici.

Per scoprire il famoso canyon il museo offre anche visite guidate. Grazie a queste stratificazioni rocciose è possibile comprendere la struttura e la formazione delle Dolomiti.

Il terzo museo dell'associazione è il museo dei mulini, che dimostra come un tempo il comune fosse totalmente indipendente. La località era infatti isolata e raggiungibile, fino alla metà del XX secolo, solo attraverso una pericolosa mulattiera. Per questo motivo, gli abitanti dovevano provvedere al loro sostentamento in maniera del tutto indipendente e raggiungevano i diversi mulini lungo il rio Thal con diversi incarichi.

Con la costruzione della nuova strada, i mulini non furono più necessari e vennero gradualmente abbandonati. Tuttavia, dato che questo patrimonio non è mai stato dimenticato del tutto, l'associazione pro musei di Aldino ha deciso di rimettere in funzione i mulini e renderli accessibili a tutti.


Ecco un elenco delle tematiche collegate:
Aldino Redagno
Musei

Servizi e Multimedia:
Gli eventi da non perdere: